UN AIUTO DALLA NATURA: ERBE SVEDESI – AMARO SVEDESE

Continua la mia raccolta su “come curarsi con le erbe medicinali” con il famoso “Amaro svedese”..

A casa mia lo prendiamo tutti da tempo. E’ a base  di erbe particolari lasciate in infusione in una soluzione alcolica a 40°. Il colore è nero, il sapore è forte e intenso. Si può assumere per via orale oppure può essere usato come medicamento esterno.

La ricetta è antica, la posologia varia a seconda della necessità comunque di solito bastano 2 cucchiaini al giorno dopo i pasti. 

Ecco ciò che vi è scritto nell’antico manoscritto dove compare la ricetta originale:

“Queste sono le proprietà terapeutiche dell’Amaro Svedese

1. Aspirandole o fiutandole ripetutamente, inumidendo con le Erbe Svedesi la prima vertebra cervicale, applicata una pezzuola bagnata con esse, scompariranno dolore e vertigini e si rinforzeranno la memoria ed il cervello.

2. Giovano nell’offuscamento della vista, tolgono il rossore e tutti I dolori persino quando gli occhi sono Infiammati, torbidi e annebbiati. Rimuovono le macchie e la cataratta quando con esse vengono inumiditi gli angoli dell’occhio o quando si applica sulle palpebre degli occhi chiusi ,una pezzuola bagnata coni esse.

3. Il vaiolo e gli sfoghi di ogni genere, anche le croste nel naso o in qualsiasi parte del corpo guariscono inumidendo le parti spesso e bene.

4. Contro il mal di denti si diluisce un cucchiaio di queste gocce in un po’ d’acqua trattenendole in bocca per qualche tempo oppure inumidendo il dente dolente con una pezzuola. Il dolore svanirà e il marciume regredirà.

5. Con le gocce s’inumidiscono ripetutamente le vesciche sulla lingua o altre ferite; la guarigione non tarderà.

6. Quando la gola è arrossata o piagata per cui cibo e bevande causano dolore alla deglutizione, le gocce andranno ingerite al mattino, a mezzogiorno e alla sera; toglieranno il calore e guariranno la gola.

7. Chi soffre di crampi allo stomaco ne prenda un cucchiaio durante l’attacco.

8. Contro le coliche si prendano tre cucchiai, lentamente uno dopo l’altro; presto sentirete sollievo.

9. Le gocce annullano l’effetto dei venti nel corpo e rinfrescano il fegato, eliminano tutte le malattie dello stomaco e quelle Intestinali e giovano contro la stitichezza.

10. Sono anche un ottimo rimedio per lo stomaco quando questo digerisce male e rifiuta i cibi.

11. Giovano altrettanto contro i dolori alla cistifellea. Un cucchiaio ogni giorno, mattina e sera; di notte impacchi imbevuti di gocce elimineranno presto tutti i dolori.

12. Contro l’idropisia se ne prenda mattina e sera un cucchiaio nel vino bianco per la durata di sei settimane.

13. Contro dolori e ronzii all’orecchio si inumidisca con le gocce un batuffolo di cotone da introdurre nell’orecchio. Gioverà assai e restituirà persino l’udito perduto.

14. Ad una donna sofferente di dolori uterini se ne dia al mattino per tre giorni dl fila un cucchiaio nel vino rosso; dopo una mezz’ora le si faccia fare una passeggiata e poi la colazione, ma senza latte. Le gocce non vanno prese insieme a latte.

15. Prendendone un cucchiaio mattina e sera durante gli ultimi 15 giorni della gravidanza, il parto sarà facilitato. Per liberare più facilmente la placenta, si somministri alla puerpera un cucchiaino da dessert ogni due ore fino a che la placenta non si stacchi senza doglie. (sotto controllo medico NdS)

16. Se dopo il parto si verificano infiammazioni alla mammella con l’inizio dell’allattamento, esse spariranno rapidamente applicando degli impacchi dl gocce.

17. Liberano i bambini dalla varicella. Si somministri al bambino delle gocce, a seconda dell’età, diluite in un po’ d’acqua. Quando le vescicole cominciano a seccarsi, inumidirle ripetutamente con le gocce; non rimarranno cicatrici.

18. Sono efficaci contro vermi nei bambini e negli adulti; eliminano persino le tenie, solo che al bambino occorre somministrarle a seconda dell’età. Legare una pezzuola imbevuta di gocce sull’ombelico mantenendola sempre umida.

19. Nell’itterizia spariscono presto tutti i disturbi prendendo un cucchiaio dl gocce tre volte ai giorno ed applicando dei cataplasmi dl gocce sul fegato ingrossato.

20. Sbloccano tutte le emorroidi, guariscono i reni, eliminano dal corpo, senza altre cure, i liquidi ipocondriaci, tolgono la malinconia o le depressioni e stimolano l’appetito e la digestione.

21. Aprono anche internamente le emorroidi se le bagniamo ripetutamente e se le rendiamo molli ingerendo le gocce, soprattutto prima di coricarci. Per via esterna si applica un batuffolino di cotone bagnato con le gocce. Renderà fluido anche il resto dei sangue e gioverà contro i bruciori.

22. Se qualcuno è svenuto, gli si apra eventualmente la bocca somministrandogli un cucchiaio di gocce, e il malato ritornerà in se.

23. Prese per bocca allontaneranno anche li dolore dei crampi sordi fino a che col tempo non cessino del tutto.

24. Contro la tisi polmonare si prendano ogni giorno a digiuno e per la durata di sei settimane.

25. Quando una donna perde la sua depurazione mensile o questa sia troppo abbondante, è bene che prenda queste gocce per tre giorni ripetendo l’operazione per venti volte; il medicamento calmerà quanto è in eccedenza e rimedierà a quanto è insufficiente.

26. Questo medicamento giova anche contro le perdite bianche.

27. Se qualcuno è affetto dal mal caduco (epilessia), occorre somministrargliene immediatamente. Il malato continui poi a prendere esclusivamente questo medicinale in quanto esso rinforzerà sia i nervi affaticati che tutto il fisico allontanando ogni malattia.

28. Guariscono le paralisi, scacciano le vertigini e la nausea.

29. Guariscono anche i bruciori del vaiolo e della erisipela.

30. Se qualcuno avesse la febbre, calda o fredda che sia, e fosse molto debole, gli si dia un cucchiaio, e l’ammalato, se non ha caricato il proprio corpo con altri rimedi, tornerà presto in sè, e il suo polso riprenderà a battere; fosse anche stata altissima la sua febbre, li malato migliorerà presto.

31. Le gocce guariscono cancro, vaiolo e verruche di vecchia data nonché le screpolature delle mani. Se una piaga è vecchia e purulenta o se presenta delle escrescenze, la si lavi accuratamente con del vino bianco, coprendola poi con una pezza imbevuta di gocce. Esse elimineranno ulcere e dolori nonché l’escrescenza carnosa, e la ferita inizierà a guarire.

32. Tutte le ferite dovute a colpi o punture guariscono senza complicazioni quando vengono bagnate con le gocce. Immergete una pezza nelle gocce coprendo con essa le ferite. In brevissimo tempo elimineranno il dolore provenendo ogni cancrena o putrefazione e guariranno anche ferite dl vecchia data dovute ad arma da fuoco. Se ci sono buchi iniettate le gocce nella ferita che non occorre necessariamente pulire in precedenza; mediante l’assidua applicazione di una pezza Imbevuta, la guarigione avverrà in breve.

33. Fanno scomparire tutte Io cicatrici, anche quelle più annose, tutte le piaghe e tutti i tagli se queste vengono inumidite con le gocce fino a 40 volte;. tutte le ferite curate con queste gocce non lasceranno cicatrici.

34. Esse guariscono completamente tutte le fistole anche se sembrano inguaribili e indipendentemente dalla loro età.

35. Curano tutte le ferite da ustioni; che siano prodotte da fuoco, acqua bollente o grasso, quando queste vengano assiduamente bagnate con le gocce. Non si formeranno vesciche; il calore ne verrà estratto. Persino vesciche purulente guariranno totalmente.

36. Le gocce giovano contro tumori e macchie dovuti a urti o colpi.

37. Se qualcuno non riesce a mangiare con appetito, esse restituiranno il sapore perduto.

38. A chi è molto anemico ridonano il colore quando vengano ingerite al mattino per un certo periodo di tempo. Esse purificano il sangue formandone del nuovo e ne favoriscono la circolazione.

39. I dolori reumatici scompaiono prendendo le gocce per bocca o applicando sugli arti Infiammati delle pezze imbevute con le gocce stesse.

40. Curano mani e piedi congelati anche se piagati. Si consiglia dl applicarvi il più spesso possibile delle pezze imbevute soprattutto la notte.

41. Sui calli applicate un batuffolo di cotone imbevuto di gocce inumidendo con esso costantemente il punto dolente. Dopo tre giorni i calli si staccheranno da soli oppure potranno essere levati senza alcun dolore.

42. Curano anche morsi dl cani arrabbiati e di altri animali, prese per bocca, in quanto distruggono tutti i veleni. Coprite le ferite con un panno imbevuto.

43. In caso di peste o altre malattie contagiose è opportuno ingerirne ripetutamente durante la giornata poiché curano ulcere pestose e bubboni anche se insediati nella gola.

44. Chi di notte non dorme bene prenda queste gocce prima dl coricarsi. Nel caso di insonnia nervosa applichi sul cuore un panno imbevuto dl gocce diluite.

45. Somministrato in quantità di due cucchiai ad un ubriaco, fanno scomparire gli effetti della sbornia.

46. Chi prende queste gocce quotidianamente mattina e sera, non avrà bisogno di alcun’altra medicina, poiché esse rinforzano il corpo, rinfrescano i nervi ed il sangue, liberano dal tremore mani e piedi. In breve, allontanano ogni specie dl malattia. Il corpo rimarrà ben elastico, il viso manterrà la sua giovanilità e bellezza.”

Importante: Tutti I quantitativi indicati. vanno Ingeriti diluiti in tisana o in acqua.

I 46 punti del “Antico Manoscritto” rivelano Il grande e miracoloso potere terapeutico dl questo miscuglio dl erbe. SI può asserire a ragion Veduta che praticamente non vi sia malattia contro la quale questo Erbe Svedesi non giovino; sono comunque valide come base per qualsiasi cura.

Trovate l’Amaro Svedese nelle erboristerie e nelle farmacie che trattano anche rimedi naturali, l’importante è che sia della ricette originale Treben.”

 

UN AIUTO DALLA NATURA: ERBE SVEDESI – AMARO SVEDESEultima modifica: 2006-09-16T13:55:00+00:00da gata78
Reposta per primo quest’articolo

27 pensieri su “UN AIUTO DALLA NATURA: ERBE SVEDESI – AMARO SVEDESE

  1. A dire il vero io l’ho scoperto sempre grazie al mio riflessologo. Lui addirittura se lo fa da solo. Nelle erboristerie vendono i preparati già pronti per farselo, risparmiando un bel po’ di soldini. Non è per niente difficile: basta metterle a macerare in una acquavite di frutta o di grano a 40° per 11 giorni (non sono sicura) lasciandole al sole o vicino a una fonte di calore e avere l’accortezza ogni giorno di muoverle. Poi si filtra e si imbottiglia. Te lo consiglio. gata

  2. Ho letto il libro di Maria Treben e lo consiglio a tutti: queste affascinanti erbe, come tutto il giardino di Madre Terra, sono un dono meraviglioso e sapere che anche altre persone condividono il pensiero fa molto piacere. Un abbraccio a tutti

  3. Salve ho scoperto da poco l’amaro svedese, l’ho comprato già pronto in erboristeria, avevo un ronzio nell’orecchio, a volte lo sentivo tappato, ho messo due gocce al giorno per due tre volte, sono spariti i sintomi ed oggi sento perfino i battiti delle ali delle farfalle.
    Ora lo sto provando per altre patologie, vi farò sapere.
    Saluti, Dafa

  4. salve a tutti sono anna e volevo chiedere a dafa o a chi ha notizie, se l’acufene di cui soffriva è guarito completamente, io stò provando con l’amaro svedese mettendo nelle orecchie del cotone imbevuto con la soluzione, tu se non ho capito male lo hai inserito direttamente puro nella dose di due tre gtt a dire il vero ci avevo pensato ma ho desistito in quanto ho avuto paura che l’alcol contenuto nell’amaro mi potesse peggiorare il tinnito aiutatemi non lo sopporto più questo fastidio.

  5. salve sono alessandro e leggendo la salute dalla farmacia del signore
    al capitolo tumori mi chiedevo se il dosaggio della ricetta per uso interno e’da considerare cosi’com’e’ per 1 lt1/2-2 d’acqua,oppure della miscela se ne prendono un certo n°di cucchiaini per il suddetto quantitativo d’acqua?
    mio zio ha un tumore localizzato alla vertebra lombare,l’anno scorso ha fatto la radiometabolica da ripetere anche quest’anno. E in piu’prende l’eutirox perche’ gli fu asportata la tiroide perche’aveva noduli tumorali. Ma in breve tempo(in meno di un anno circa) da dei forti dolori alla zona lombare gli fu diagnost un tumore di cui sopra.Volevo sapere se l’uso interno della tisana possa avere effetti collaterali.RISPONDETEMI per favore ,grazie.Saluti

  6. Ciao Dafa anch’io come Anna e Antonia ho un ronzio nell’orecchio,io in più ho anche un pò di sordità,ho comprato questo libro un pò di anni fa,ho letto la testimonianza che due persona una di 74 anni e un signore che aveva fatto la guerra addirittura hanno recuperato l’udito,per favore mi puoi dire come usare le gocce?Se non ricordo male bisogna inumidire il condotto con l’olio x evitare prurito?Grazie x la risposta

  7. mi chiamo bony e vivo in croazia, grazie al mio padre sto leggendo il libro di Maria Treben e finalmente ho trovato l’amaro svedese e rompo ai tutti miei amici di comprarlo, bevo le tisane e se qualcuno dice che gli fa male qualcosa provo aiutarlo….ciaoooo

  8. salve,mi e`capitato per caso il famoso libro di Maria Treben che gia`ho da parecchio tempo ma mai letto….vengo al punto mio figlio di 7 anni da un paio di mesi gli e`uscita una verruca al quanto fastidiosa e tende piuttosto a ingrandirsi sempre di piu´.Vorrei sapere se sono piu indicate le goccie di “Erbe Svedesi oppure lÁmaro Svedese? Dove potrei acquistarle quelle originali e qual`e´il loro costo?GRAZI MILLE ASPETTO RISPOSTA.

  9. Sono più di 5 anni che utilizzo l’amaro svedese e mi ha risolto molti problemi. Mi prendono in giro quando propongo a qulcuno le gocce; però spesso quando in famiglia si starnutisce mi chiedono le gocce, e puntualmente lo starnuto sparisce liberando il naso. Comunque io penso che l’effetto dell’amaro svedese è soggettivo e se viene preso al bisogno e per prevenire, uno dei tanti mali citati nel manoscritto, Funziona. Saluti e buon anno

  10. salve,mi chiamo giuseppe,ho un problema dell’udito, sin da quando ero bambino, avevo battuto la mia testa contro oggetto,e quindi sopra la mia testa della parte destra,nell’ interno della callotta del cranio cè rimasto un piccolo sangue coagulato di un diametro come un moneta e che si è formato una ematoma,e da li’ piggia il nervo acustico.Ora vorrei chiedere,se qualcuno di voi potreste dirmi che tipo di erba a gocce dovrei usare per sciogliere il sangue coagulato.Oppure, usare erba a gocce che,mi faccia rivivere il nervo acustico.Grazie

  11. salve,mi chiamo giuseppe,ho un problema dell’udito, sin da quando ero bambino, avevo battuto la mia testa contro oggetto,e quindi sopra la mia testa della parte destra,nell’ interno della callotta del cranio cè rimasto un piccolo sangue coagulato di un diametro come un moneta e che si è formato una ematoma,e da li’ piggia il nervo acustico.Ora vorrei chiedere,se qualcuno di voi potreste dirmi che tipo di erba a gocce dovrei usare per sciogliere il sangue coagulato.Oppure, usare erba a gocce che,mi faccia rivivere il nervo acustico.Grazie

  12. salve, io ho comprato l’amaro svedese, vorrei sapere se qualcuno conosce la cura per la tiroide, ho un piccolo gozzo a sx e negli ultimi tempi ho tutti i sintomi di un cattivo funzionamento, ho già in passato fatto un controllo medico e logicamente mi hanno la classica pilloletta alla quale non ho mai aderito.
    grazie

    Laura

  13. salve, ho un problema di tiroide, tempo fa ho fatto tutti gli esami del caso e mi hanno prescritto, la solita eutirox 0,5, mai presa. ultimamente però sto avendo tutti i disturbi del caso , e vorrei conoscere le dosi per curarmi con le erbe svedesi, già in mio possesso.
    grazia Laura

Lascia un commento