SABATO MATTINA: LAVORI IN CORSO

Che il 14 novembre ho compiuto gli anni lo sapete tutti, ma quello che non sapete è che i festeggiamenti solitamente procedono fino a fine mese… Infatti oggi pomeriggio mi ritrovo con le mie amiche del cuore, mentre domani sera con i parenti paterni.
 
Ovviamente chi volete abbia pensato ai dolci? Io of course. Nonostante ieri sera mi sia addormentata praticamente alle 2, stamattina alle 7.30 ero già in attività. Lunga è faticosa è stata la scelta, ancora di più per il fatto che in casa non avevo praticamente niente, compreso pochissima farina, e voglia di andare al super zero.
Grazie al cielo nelle mie mille e più ricette (mille è un modo di dire….sono moltissime di più), ne ho qualcuna che non necessità di farina (nè mandorle, nè altra frutta secca, nè cioccolato, nè formaggi…insomma la scelta era alquanto ristretta).

Mi sono portata avanti col lavoro ed ho approfittato della festicciola di oggi per preparare qualcosina anche per domani.

Ecco alla fine cosa ho preparato.
Ho rifatto i quadrotti al cacao (la cui ricetta la trovate tra i miei link), avendo a disposizione l’ultima busta di budino al cacao e un paio d’etti di farina.

Ho rifatto i biscottini al cocco (idem come sopra), dato che per farli ci vuole solo albumi (opportunamente scongelati in frigo ieri sera), zucchero e cocco.

E infine come ciliegina sulla torta, non avendo fatto ancora abbastanza, ho preparato veloce veloce un castagnaccio per i miei genitori e i miei nonni. Loro lo adorano…io non lo sopporto.

A preparare le prime 2 ricettina ci ho messo un soffio (un po’ meno a lavare tutte le stoviglie sporcate…), mentre il castagnaccio mi ha fatto disperare. E’ la seconda volta che lo provo, usando 2 ricette diverse. La prima mi è uscito carbonizzato, la seconda…beh, giudicate voi. A mia discolpa il fatto, anzi i fatti, che non l’ho mai visto fare, non mi è mai piaciuto (ricordo come se fosse oggi la prima (e ultima) volta, secoli fa, che mia nonna me l’ha fatto assaggiare) e tuttora non lo posso mangiare perchè non riesco a trovare in tutta Verona e provincia la farina di castagne certificata come sicura dall’Associazione celiachia.
Non sono ancora soddisfatta (va be’ che sono un po’ perfettina…), comunque spero che apprezzeranno lo sforzo. E comunque dice il proverbio “O mangi questa minestra, o salti dalla finestra”…

Ma eccoli qua i miei “capolavori” di oggi:

Due panoramiche generali…

In particolare:

Quadrotti al cacao

Biscottini al cocco:

 

Il vassoio per le mie best friends:

E, infine, il fatidico Castagnaccio (detto anche “Bole”, in dialetto veronese); la ricetta, usata da me, è questa. L’ho arricchito con 1 pugnetto di noci tritate grossolanamente e 2 cucchiai di uvetta ammollata nell’acqua.

Ecco, è tutto. Che ne dite? Sono stata brava???

Gata

SABATO MATTINA: LAVORI IN CORSOultima modifica: 2006-11-25T11:55:00+00:00da gata78
Reposta per primo quest’articolo

36 pensieri su “SABATO MATTINA: LAVORI IN CORSO

  1. BRAVA??? MA PERCHE’ NON TI APRI UNA PASTICCERIA?? SEI UN FENOMENO!! UNA PASTICCERIA PER CELIACHI…SAI CHE SUCCESSO!! non sapevo che ti avessero diagnosticato la celiachia solo a 19 anni…un po’ tardi, no?? a una mia amica di lunga data addirittura intorno ai 22 anni, negli USA, e per puro caso…lei l’ ha scampata…perc hè nutrirsi di alimenti che le nuocevano la stava portando a seri problemi di salute…ma per fortuna…è andato tutto bene e ora è in gran forma!! un bacio bella e buon proseguimento di compleanno!! ;-))))

Lascia un commento