UNO STRANO CONCORSO

In uno dei giornali di fine ‘800 che quotidianamente mi ritrovo a sfogliare per motivi di studio ho trovato un articolo davvero curioso in prima pagina.

Viene riportata la bizzarra notizia che un famoso editore londinese per rendere un po’ più “brioso” il suo giornale si inventò un concorso particolarissimo: mise in palio ad un concorso una ragazza di bella presenza con una rendita di 2500 franchi come fidanzata (E’ proprio vero che ragazze “disperatamente” alla ricerca di marito ci sono sempre state…)

Il concorso ebbe moltissimo successo, la redazione fu sommersa di lettere di aspiranti fidanzati, per lo più nullatenenti e nullafacenti.

Cominciò quindi lo spoglio dei candidati da parte dell’ aspirante fidanzata: a spese della redazione cominciò ad invitare ad uno ad uno tutti questi gentiluomini a prendere un tè con pasticcini in modo da poterli conoscere un po’ meglio…

Ma ecco che se all’inizio la ragazza sembrava una “zitella disperata modello Bridget Jones” pronta a qualsiasi cosa pur di trovare marito, nel momento della scelta si mostrò difficile e incontentabile.

Fu così che l’editore alla fine, repuntando troppo oneroso per il giornale la spesa di tutte queste merende, decise di chiudere il concorso senza decretare un vincitore.

La poverà donna finì per versare lacrime amare maledicendo la sua indecisione…

Gata  
UNO STRANO CONCORSOultima modifica: 2007-02-25T21:30:00+00:00da gata78
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “UNO STRANO CONCORSO

I commenti sono chiusi.