POLLO ALLE OLIVE

La ricetta non è niente di nuovo, ma di particolare c’è la cottura che mi è stata insegnata da Thiago. Il risultato è un pollo morbido, morbido, che si scioglie letteralmente in bocca :52:

POLLO ALLE OLIVE

Ricetta per 3 persone molto affamate :58:

6 fusi di pollo già puliti (*)

olio e.v.o.

cipolla tritata q.b.

sale e pepe nero q.b.

vino bianco secco un dito

acqua se serve

2 cucchiai scarsi di passata di pomodoro

olive denocciolate verdi e/o nere q.b.

pomodorini cirietto q.b.

(*) In alternativa ai fusi, si può usare un pollo intero tagliato a pezzi e pulito.

In una pentola capiente, preparate un soffritto con olio e cipolla. Quando la pentola sarà ben calda, unite i fusi di pollo ben puliti.

Cuocete bene da entrambe le parti per circa 10 minuti a fuoco vivace. Salate e pepate.

A questo punto unite il vino bianco, giusto un dito, per dare sapore, e lasciate sfumare. Ci vorranno altri 5 minuti per parte.

Prima:

Dopo:

A questo punto, aggiungete la passata di pomodoro e tanta acqua quanto serve, ma fate attenzione a non coprire il pollo. Ce ne vorrà meno di mezzo bicchiere.

A questo punto, chiudete la pentola col coperchio e procedete nella cottura per una mezz’oretta a fuoco moderato, ricordandovi di girare i fusi ogni tanto e di bagnarli col sugo di cottura, in modo che si insaporiscano bene.

Mezz’ora dopo circa, l’acqua sarà assorbita

e potrete aggiungere le olive tagliate a rondelle e i pomodorini.

Altri 5 minuti e il piatto è pronto. Leccatevi i baffi, se li avete  :25:!

Accompagnato da riso bianco, è un ottimo piatto italo-brasileiro

Gata

POLLO ALLE OLIVEultima modifica: 2007-06-24T09:52:57+00:00da gata78
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “POLLO ALLE OLIVE

  1. Ciao Gataaaaa 🙂 Questo pollo è super invitante, sei sempre la migliore. Gnam gnam.
    Mi ha fatto venire in mente un esperimento semplice semplice che ho fatto l’altro giorno; Cosce di tacchino al sale (o altra alternativa al sale per chi non lo può mangiare).
    Occorrono due cosce di tacchino (ovviamente hehehe) ed un kg di sale, si mettono le cosce (quelle del tacchino hihi) in una teglia, coperte di sale in modo che non si vedano più e si cuociono in forno a 220 gradi per circa un’ora, si “dissotterrano” e si puliscono con un pennello per togliere i granelli di sale rimasti. Stra-buono 😉
    Grazie per i consigli sugli integratori, purtroppo però non saprei da dove incominciare e quindi rischio di prendere cose “strane”, quindi per ora carne bianca (il pollo è perfetto) e pasta.
    Tu? Tutto ok con lo studio?
    Un bacetto

Lascia un commento